Libretti postali e buoni fruttiferi postali: differenze e vantaggi

Date:

Gli italiani da sempre sono considerati come un popolo di risparmiatori, ma poco avvezzi agli investimenti. Alla base di questa considerazione troviamo la paura di perdere i capitali messi in gioco, e più in generale una sfiducia crescente verso quelli che sono gli strumenti d’investimento.

La consapevolezza, però, che tenere semplicemente parcheggiato in banca il proprio denaro non lo metta al riparo dall’inflazione, spinge i correntisti a ricercare soluzioni a basso rischio che possano comunque garantire un rendimento. Con questi presupposti, è più conveniente tenere i soldi su libretti postali, oppure in Buoni Fruttiferi Postali? Scopriamolo insieme nelle prossime righe.

Libretti Postali: cosa sono?

Poste Italiane ad oggi è una tra le principali realtà finanziarie del nostro Paese, con 35 milioni di clienti e oltre 11 miliardi di euro di ricavi. Poste S.p.a. offre prodotti che si rivelano perfetti per la quotidianità, pensati per gestire i propri risparmi e mettere i capitali al riparo dall’inflazione. Tra questi strumenti troviamo i libretti postali e i Buoni Fruttiferi Postali.

A livello contabile, per Poste Italiane i BFP sono da considerarsi come investimenti statali. Proprio per questo motivo sono da equipararsi a conti correnti tradizionali. I libretti postali permettono di versare i propri capitali senza il timore di perderli. Tali buoni possono essere sia della tradizionale forma cartacea, che dematerializzati.

A differenza dei conti correnti, possono garantire rendimenti annuali, che tra l’altro sono disponibili in quattro varianti, ovvero:

  • Ordinari.
  • Smart.
  • Dedicati ai minori.
  • Giudiziari.

I libretti postali permettono di accreditare stipendio o pensione, e sono dotati di codice IBAN. Con Carta Libretto, associata al libretto postale, è possibile versare e prelevare denaro, e il capitale presente può essere riscosso molto semplicemente, ovviamente al netto degli oneri fiscali. Non è previsto alcun costo, mentre l’imposta di bollo è a carico del cliente.

BFP: cosa sono?

I Buoni Fruttiferi Postali sono dei pratici strumenti d’investimento, garantiti in questo caso della Cassa Depositi e Prestiti, ma anche da Poste Italiane. Tali Buoni, sono disponibili in sei varianti differenti, dove l’elemento che varia a seconda della scadenza è il tasso di interesse. Nel dettaglio, i buoni sono 3 x 4, 4×4, ordinari, Risparmio semplice, quelli dedicati ai minori e da ultimo Obiettivo.

In tutti i casi, i Buoni alla scadenza diventano infruttiferi alla relativa scadenza, cadendo tra l’altro in prescrizione dopo 10 anni. A differenza dei Libretti Postali e di altri conti correnti, l’imposta di bollo è pari 2%, con un’aliquota agevolata fissata al 12,5%.

Libretti Postali o BFP: quale conviene.

Nonostante la natura dell’investimento sia simile, libretti postali e BFP presentano alcune importanti differenze. Ad esempio, per i libretti postali l‘imposta di bollo è fissata a 34,50 euro, mentre per i BFP scende al 2%. BFP scende al 2%. I libretti postali, inoltre, permettono di versare e prelevare i propri capitali attraverso Carta Libretto. In aggiunta, i libretti postali consentono anche di accreditare stipendio o pensione.

La differenza sostanziale, però, risiede nei rendimenti. Per i libretti postali sono fissi, mentre per i BFP sono crescenti nel tempo. A conti fatti, nonostante i libretti postali abbiano comunque dei punti a favore, i Buoni Fruttiferi Postali sono più convenienti, soprattutto dal punto di economico. Questo grazie alla tassazione minore e ai rendimenti crescenti nel corso degli anni.

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

Efficienza energetica: cos’è? Come migliorarla? Tutti gli interventi

L'attuale emergenza climatica ha evidenziato ancora una volta quanto...

Vendere casa presto e al miglior prezzo? Come procedere e cosa non fare

La vendita di un immobile è un'operazione complessa e,...

Come preventivare, stimare e ammortizzare le spese nascoste di una compravendita immobiliare

Quando si compra casa è piuttosto comune trovarsi a...

Ecco i mutui green e perché molti decidono di scegliere questo prodotto

Senza dubbio il tema della sostenibilità è molto sentito...