IMU e TARI: norme ed esenzioni per fabbricati ad uso rurale e terreni agricoli o boschivi

Date:

Ogni anno i contribuenti italiani sono tenuti a versare al fisco cifre talvolta importanti, tra tasse, tributi, canoni e altri oneri vari. Tra queste spese, spesso i tributi locali hanno un peso considerevole: si tratta della tassa sui rifiuti (TARI) e dell’Imposta Municipale Unica (IMU), in grado, da sole, di costare centinaia o anche migliaia di euro ogni anno. Per i terreni agricoli e boschivi, tuttavia, la legge prevede alcune deroghe e agevolazioni, che approfondiremo nelle prossime righe.

IMU sui terreni agricoli e boschivi

In linea generale, sui terreni agricoli l’IMU è dovuta. L’importo da versare si calcola rivalutando il reddito dominicale annuo per 25%, moltiplicando il risultato per 135 e applicando un’aliquota ordinaria dello 0.76% (che può essere aumentata o diminuita, secondo la volontà del Comune su cui il terreno insiste, di 0.3 punti percentuali: l’aliquota finale sarà quindi compresa tra lo 0.46 e l’1.06%).
Tuttavia, sono completamente esentati dal pagamento dell’IMU gli IAP (Imprenditori Agricoli Professionali), ossia soggetti che dedicano almeno il 50% del tempo lavorativo all’attività agricola e da essa ricavano almeno il 50% del reddito, a condizione che siano iscritti alla previdenza agricola e in possesso delle competenze professionali previste dal Regolamento CE n. 1257/1999.
Sono inoltre esentati i Coltivatori Diretti, ossia i microimprenidtori che si dedicano alla cura manuale dei loro terreni, con l’eventuale coinvolgimento della famiglia; anche in questo caso, è necessario che il soggetto sia regolarmente iscritto alla cassa previdenziale agricola.
La legge prevede inoltre l’esenzione totale per i terreni con destinazione d’uso immutabile, votati all’allevamento, alla selvicoltura o all’agricoltura (indipendentemente dall’identità del proprietario e dal fatto che siano effettivamente utilizzati o meno).
Sono inoltre completamente esentati dall’IMU i terreni di qualsiasi natura che ricadano nel territorio di un comune montano, come individuati dalla Circolare Ministeriale n. 9 del 1993. Allo stesso modo, l’IMU non è dovuta per i terreni ricadenti sulle isole minori.

IMU sui fabbricati ad uso agricolo

Anche per i fabbricati rurali strumentali sono previste delle agevolazioni IMU: in primis, l’aliquota applicata è di solo 0.1%; inoltre, la legge conferisce ai Comuni la possibilità di deliberare ulteriori riduzioni o anche l’azzeramento dell’aliquota.
Alla categoria dei fabbricati rurali strumentali appartengono numerose tipologie di costruzioni:
– stalle;
– granai e fienili;
– ripari per piante e mezzi agricoli;
– abitazioni dei lavoratori che operano nell’azienda agricola;
– locali usati come uffici per l’attività;
– locali di lavorazione e commercializzazione dei prodotti agricoli;
– edifici destinati ad accogliere i pastori che accompagnano greggi e mandrie in alpeggio;
– masi e malghe.

TARI su terreni e fabbricati

Un discorso a parte va fatto invece sulla Tassa sui Rifiuti. Per legge, sono assoggettati a questo tributo tutti i locali che hanno la potenzialità di produrre rifiuti urbani (anche quelli che non sono occupati e quindi, nei fatti, non ne producono). Non si applica invece a edifici e terreni che non producono rifiuti, o che producono rifiuti di natura speciale. È quindi esclusa per tutti i tipi di terreni, inclusi quelli agricoli e boschivi (nonostante i tentativi di applicarla a queste realtà, portati avanti da alcuni comuni), nonché per stalle, granai, locali di lavorazione dei prodotti agri-pastorali. Deve invece essere pagata per le parti abitative dei fabbricati rurali e per le eventuali porzioni destinate ad accogliere visitatori e turisti.

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

Efficienza energetica: cos’è? Come migliorarla? Tutti gli interventi

L'attuale emergenza climatica ha evidenziato ancora una volta quanto...

Vendere casa presto e al miglior prezzo? Come procedere e cosa non fare

La vendita di un immobile è un'operazione complessa e,...

Come preventivare, stimare e ammortizzare le spese nascoste di una compravendita immobiliare

Quando si compra casa è piuttosto comune trovarsi a...

Ecco i mutui green e perché molti decidono di scegliere questo prodotto

Senza dubbio il tema della sostenibilità è molto sentito...