Economia dei giochi: arriva il social customer

Economia dei giochi: arriva il social customer

CONDIVIDI
Social Customer Scommesse e Giochi

Il marketing da anni ha compreso l’importanza dell’uso dei social media per comunicare con i propri clienti ed in generale con il proprio pubblico. Non tutti i settori però si sono mossi con la stessa velocità ed il settore dei giochi in particolare, che negli ultimi anni ha potuto beneficiare in Italia di uno sviluppo legato in particolare a novità normative, non ha forse ancora pienamente sfruttato il potenziale dei social e soprattutto quella tipologia di utente che è oggi chiamato il “social customer”.

Questo è quanto emerso nel corso di un seminario dal titolo “Comunicare il Gaming nell’era di Internet: benefici dell’integrazione tra PR tradizionali e digitali ed errori da evitare”, organizzato da BizUp Media nel corso di Enada Roma, l’evento italiano dedicato al mondo del gaming. Occorre quindi fare attenzione al nuovo consumatore di notizie, in entertainment, di giochi e di strumenti sociali che è proprio il social customer, che in pratica sta diventando l’utente medio in rete. E se i giochi online hanno finora puntato soprattutto ad una utenza più tradizionale, o comunque in qualche modo già “fidelizzata” al settore giochi, è arrivato il momento di comunicare ai nuovi utenti, in particolare ai social customer.

Di questo nuovo target di mercato se ne sono già accorti da tempo gli operatori di gioco internazionali che operano in Italia, che offrono giochi che vanno da le scommesse calcio di William Hill fino al bingo, passando per il poker ed altri giochi. Sono in ritardo invece in questo senso gli operatori italiani, che rischiano in questo modo di perdere quote di mercato, non solo a favore degli operatori internazionali, ma anche dei giochi social che girano attraverso app dedicate, siano essere per social network come Facebook, o anche per dispositivi mobile.
Ignorare la realtà dei social, delle app e del social customer non è quindi più possibile, nemmeno in mercati remunerativi come quello dei giochi e che ha visto in effetti negli ultimi mesi in Italia qualche operatore ritirarsi dal mercato. Oltre ai grandi operatori internazionali di giochi e scommesse, infatti, sono le app di giochi social a cannibalizzare questo mercato.

App di gioco, apparentemente innocue, ma in cui si nascondono in alcuni casi forme di scommesse che di fatto spingono gli utenti a spendere soldi, senza che però si abbiano le tutele, comprese quelle legislative, che contraddistinguono i siti di gioco autorizzati in Italia. Insomma, anche nel settore del gaming online per affrontare le nuove sfide del mercato occorre comunicare al meglio attraverso la rete, i social ed i dispositivi mobile, senza mai dimenticare di conoscere i propri utenti potenziali, in particolar modo il social customer.

photo credit: the tartanpodcast via photopin cc